Colore matrimonio 2023: Viva magenta come usarlo nel matrimonio  - 
18834
post-template-default,single,single-post,postid-18834,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive,elementor-default,elementor-template-full-width,elementor-kit-18991,elementor-page-20780

Colore matrimonio 2023: Viva magenta come usarlo nel matrimonio

La scelta del Viva magenta come colore matrimonio 2023

Il Viva Magenta è un colore davvero intenso, brillante ed elegante, adatto come colore matrimonio 2023; ma come si più usare?

Una nuance ricca di sfumature che si avvicinano molto al borgogna e al rosso carminio.

Come usare il Viva Magenta per il tuo matrimonio

Il nostro obiettivo è aiutarti a dosare nel modo più corretto questo colore così importante, al fine di  valorizzare il tuo stile in perfetta armonia con la location del ricevimento del tuo matrimonio.

Per questa ragione, ci impegniamo a non trascurare neanche un singolo dettaglio.

Così come l’Istituto del colore Pantone l’ha incoronato colore 2023, anche noi ci proponiamo di sfruttare tutta la sua potenza cromatica, mantenendo la giusta sobrietà.

Mantenere un design minimal con un tocco di vivacità, renderà l’atmosfera del tuo matrimonio unica per te e speciale agli occhi degli invitati.

Organizzare gli allestimenti floreali e decorativi con l’utilizzo del Viva Magenta è piuttosto semplice, sia se deciderai di accostarlo a delle tonalità che rientrano nella sua palette, come il rosa antico e il bianco, sia a contrasto, come il verde salvia, l’oro.

Con questi ultimi abbinamenti, infatti, potrai ottenere un effetto davvero raffinato e, allo stesso tempo, originale.

Il colore matrimonio 2023 renderà il tuo giorno speciale e sarà in grado di donare sfumature diverse, in base al tuo orientamento stilistico.

Un allestimento che potrà essere all’insegna del romanticismo, dell’eleganza o della vivacità.

Il Viva Magenta è un colore ibrido, capace di adattarsi e di cambiare volto, a seconda del proprio adattamento ad altre tinte e agli schemi classici o inusuali dell’ambiente in cui viene applicato.

Come utilizzare il colore matrimonio per impreziosire addobbi, fiori e altre decorazioni

Partendo dagli addobbi del tuo matrimonio, vediamo ora come utilizzare questa tinta per impreziosirli.

Quando si sperimenta un colore così anticonvenzionale, spesso, non si sa da dove partire per non rischiare di eccedere.

Se, però, si cerca di dosarlo e utilizzarlo nel modo giusto, allora il gioco è fatto.

Il Viva Magenta si abbina bene al colore bianco e al rosa, soprattutto quello antico.

Per i fiori, quindi, dovresti optare per delle splendide rose bianche, o delle orchidee, da accostare a quelle della nostra tinta prescelta.

Potresti giocare anche con dei drappi di velluto di questo speciale colore per creare movimento, morbidezza e un tocco di eleganza, nei vari angoli della location.

Anche il tulle può essere un’ottima scelta, grazie alla leggerezza di questo tessuto, infatti, si può ottenere lo stesso risultato.

Per quanto riguarda i tavoli, dovresti prediligere una mise en place che catturi l’attenzione degli invitati, attraverso l’uso del Viva Magenta solo in alcuni dettagli, come i tovaglioli, i candelabri, i segnaposto, o i centrotavola.

In questo modo, il gioco di colori che andrai a creare non sembrerà eccessivo, ma anzi otterrai un effetto di grande gusto.

Per creare, poi, dei favolosi effetti di contrasto nei fiori posizionati al centro dei tavoli, potrai scegliere, oltre al classico bianco, anche l’oro e il verde salvia.

Colore matrimonio 2023: il nostro consiglio.

Scegliere il colore del matrimonio sappiamo benissimo che è un compito molto delicato. L’importante è avere una visione generale dell’effetto finale e ricordare che “less is more”; il vero equilibrio sta nel togliere il superfluo e lasciare l’essenziale.

Se cerchi ispirazioni per il tuo matrimonio, ti consigliamo di seguirci sui nostri canali social. 

Se sei nella fase “devo capire da dove iniziare con la progettazione” ti consigliamo di cliccare QUÍ